Fragilità di certezze per un dialogo con i lettori: Raffaella Silvestri

 

( di Dario Brunetti, recensione)

La fragilità delle certezze

Anna è una ragazza di appena trent’anni, vissuti però in uno stato di disagio e di incertezza, in famiglia al liceo e all’università, nelle relazioni sentimentali e nella città in cui abita, Milano.

Tutto questo però non mette il freno alla sua vita perché è piena di grinta e di voglia di affermarsi, tanto da creare una start-up di successo con il socio Teo, un coetaneo che dopo una laurea alla Bocconi e un avvio brillante di carriera decide di mettere in gioco il suo futuro.

Tra di loro s’instaura un legame forte, di confronti a tratti spigolosi ma anche di salda determinazione nel portare a compimento il progetto comune.

Il romanzo è impreziosito da altri stuzzicanti personaggi, che appartengono al passato e al presente di Anna: Marcello, un amico che con lei ha diviso le scuole e che ora partecipa al progetto suo e di Teo, ma che all’improvviso scompare con una ingente somma di denaro, cancellando le proprie tracce e mettendo in seria difficoltà i due soci; Valerio, il docente di Storia del teatro e attore al contempo, con cui Anna intreccia una relazione tutt’altro che facile ma in cui trova, da insicura qual è, un uomo di fascino e un elemento di stabilità.

Il romanzo compone un quadro dipinto senza sbavature, un vero affresco della nostra realtà. L’abilità della Silvestri sta proprio in questo, nel mettere i lettori davanti allo specchio perché possano confrontarsi con i personaggi del racconto.

E’ brava infatti, la Silvestri, a focalizzare la nostra attenzione sulla vita di questi trentenni e su un’attualità che ci appartiene, e a farlo con estrema eleganza e con un equilibrio sottile che le va riconosciuto e che riesce a mantenere per tutta la storia.
Ciò che attrae in questo romanzo è soprattutto l’abilità a stimolare un dialogo con il lettore, poiché la storia muove dal passato e vive del presente ma è proiettata con decisione verso il futuro, e le risposte che i protagonisti devono trovare lungo il loro percorso sono le stesse che devono porsi i giovani di oggi. Identiche anche le domande, sul futuro che la vita può riservare per non navigare nell’incertezza.

Un romanzo che affronta la realtà, che parla di oggi per guardare al futuro, rivolgendosi a una generazione che si trova davanti a una scelta decisiva. Un romanzo da scoprire e approfondire e un’autrice che tenta di tracciare un percorso, con scrupolo e cura, scavando nell’animo dei personaggi e ponendoli davanti a un cammino che si rivelerà poi quello definitivo.

RAFFAELLA SILVESTRI, LA FRAGILITA’ DELLE CERTEZZE

286 PAGINE, edito da  Garzanti

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.